Calcoli alla cistifellea | Diario di Sara Lampis
15320
post-template-default,single,single-post,postid-15320,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1400,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Calcoli alla cistifellea

In Italia secondo lo studio multicentrico MICOL la prevalenza di calcoli biliari risulta pari al 18,9 % nel sesso femminile e al 9,5 % nel sesso maschile.

Sono fattori significativamente associati alla colelitiasi:

  • la familiarità
  • il sesso femminile
  • l’età
  • il numero di gravidanze
  • l’obesità
  • il calo ponderale
  • la dietoterapia ipocalorica
  • la nutrizione parenterale protratta

Durante il calo ponderale rapido si verifica un incremento dell’escrezione di colesterolo originato dalla mobilizzazione dai tessuti di riserva ed una riduzione della sintesi degli acidi biliari.

La scarsa quantità di grassi assunta nelle diete ipocaloriche-ipolipidiche, inoltre può essere insufficiente a promuovere lo svuotamento della cistifellea.