Crumble alle mele e mandorle - Dr.Ssa Sara Lampis
15373
post-template-default,single,single-post,postid-15373,single-format-standard,bridge-core-2.5.9,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1400,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-25.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

Crumble alle mele e mandorle

Crumble alle mele e mandorle

Ingredienti

200 g farina di frumento biologica macinata a pietra tipo 2 o integrale
200 g farina mandorle pelate
120 g zucchero integrale
2 cucchiaini di cremor tartaro
1 limone grattugiato bio
1 arancia grattugiata bio
2 bacche di cardamomo ridotte in polvere
80 g bicchiere di olio extravergine di oliva delicato o di girasole
80 g di acqua
6 mele renette o golden biologiche

Procedimento

Tagliare a pezzetti le mele dopo averle lavate e private del torsolo, e metterle a cuocere a fuoco medio con poca acqua, per circa mezz’ora (1). In una ciotola porre la farina di mandorle, la farina di frumento, lo zucchero e il cremor tartaro e miscelare (2). Inserire anche i profumi, le bucce grattugiate del limone e dell’arancia ed anche il cardamomo (3).

 

In una caraffa, versare l’acqua e l’olio ed emulsionare con l’aiuto di un minipimer, come per fare la maionese (4). Versare nelle farine e con le mani fare delle grosse briciole, il crumble (5.) Ridurre le mele cotte in purea, aiutandovi col cutter o col minipimer. Disporre nei pirottini o in una tortiera rivestita con carta forno, del crumble, avendo cura di salire anche lungo i bordi. Inserire la polpa di mela e coprire con altro abbondante crumble (6).

 

Infornare a 180° per 35/40 minuti circa.  Decorare a piacere con delle fettine di mela fresca o essiccata al forno (7 e 8).

 


 

Lorena Boffo è una pasticciera ed ha iniziato il suo percorso con una  manifesta passione per i dolci già da bambina. Laureata e arricchita da svariate esperienze negli anni in giro per il mondo, ha deciso di creare questa linea di pasticceria sana e naturale, appunto, Dolcezze per Tutti.

Ha avuto la possibilità di avere grandi maestri, come Luca Montersino, Antonio Guerra, Frédéric Bourse, Martino Beria e Antonia Mattiello da cui ha appreso tecniche e competenze, ma anche sempre più, la consapevolezza della materia e l’entusiasmo per il mondo variegato e sensoriale della  pasticceria.