Dorayaki: una variante - Dr.Ssa Sara Lampis
16117
post-template-default,single,single-post,postid-16117,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1400,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Dorayaki: una variante

Ingredienti per 8 Dorayaki (diametro 8 cm)

Uno/due cucchiai di acqua
½ cucchiaino di lievito per dolci
100 g di farina di tipo 1
2 uova
40 g di zucchero integrale di canna
10 g di miele
Olio di semi q.b.
Composta di frutta q.b.

Preparazione

Per preparare i dorayaki per prima cosa sbattete le uova in una coppa, poi aggiungete lo zucchero e il miele e mescolate bene. Aggiungete la farina setacciata e il lievito Sbattete con una frusta, prima lentamente e poi energicamente, fino ad ottenere un composto privo di grumi. Lasciate riposare l’impasto per una mezz’ora. Scaldate una padella antiaderente, mantenete a fuoco basso e versate un filo di olio di semi e spandetelo sulla superficie con un foglio di carta da cucina. Mescolate il composto, aggiungendo il cucchiaio di acqua per farlo diventare fluido. Versate un mestolo di composto per ciascun dorayaki (consiglio di prepararne un paio per volta).

Attendete circa 3 minuti e non appena in superficie spunteranno delle piccole bollicine potrete girarli e proseguire la cottura per 1 minuto anche dall’altro lato. Proseguite in questo modo fino a terminare l’impasto e impilate man mano i vostri dorayaki. Servire a mò di panino farcendo con la composta di frutta.

Per rendere la colazione completa abbinate ad un estratto di frutta fresca di stagione.