Filetto di sgombro al forno - Dr.Ssa Sara Lampis
14934
post-template-default,single,single-post,postid-14934,single-format-standard,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1400,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-13.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.4.5,vc_responsive

Filetto di sgombro al forno

Ingredienti per 1 persona

Filetto di sgombro
Pangrattato
Prezzemolo
Erba cipollina
Maggiorana
Rosmarino
Pepe
Aglio
Olio extravergine di oliva
Sale

Disporre il filetto su una carta da forno. Mettervi sopra un trito di aglio, erbe aromatiche, pepe e sale. Ricoprirlo con poco pangrattato, aggiungere un filo d’olio e passare in forno a 180° per mezz’ora. Il tempo di cottura varia a seconda della dimensione del filetto a vostra disposizione.

Focus sullo sgombro

Pesce azzurro, lo sgombro che comunemente compare nei banchi di vendita delle pescherie, dei supermercati o del commercio ambulante, è un pesce che misura da 20 a 40 centimetri (ma può arrivare anche a mezzo metro), con il dorso del corpo di colore verde-azzurro, provvisto di striature scure, e il ventre argentato.

È ricco di sali minerali e di proteine facilmente digeribili, ma la sua principale caratteristica nutrizionale è sicuramente l’alto livello di acidi grassi essenziali omega 3 EPA (acido eicosapentaenoico) e DHA (acido docosaesaenoico). Questo “grasso buono” è molto utile al nostro organismo per diversi motivi: è un ottimo antinfiammatorio naturale e protegge dalle malattie cardiovascolari. Inoltre l’assunzione materna durante la gravidanza di DHA contribuisce al normale sviluppo cerebrale e visivo del feto e, in seguito, del neonato allattato al seno.