Salmone scozzese al vapore con purè di cavolfiore, bieta e salsa allo zafferano | Diario di Sara Lampis
15119
post-template-default,single,single-post,postid-15119,single-format-standard,bridge-core-2.5.9,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,qode_grid_1400,footer_responsive_adv,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-25.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive

Salmone scozzese al vapore con purè di cavolfiore, bieta e salsa allo zafferano

Salmone scozzese al vapore con purè di cavolfiore, bieta e salsa allo zafferano

Focus sul salmone

Il termine salmone designa diverse specie di pesci appartenenti alla famiglia dei Salmonidae.

Il salmone è un pesce d’acqua dolce e marina ed è tipico dei mari freddi del Nord (Norvegia, Svezia, Canada)
Il salmone atlantico (Salmo salar) è il più diffuso sul mercato. Il salmone è inoltre una delle specie più allevate.

Il salmone è una buona fonte di proteine, vitamine (vitamina D, vitamina B6, vitamina B12, tiamina, niacina), sali minerali (fosforoselenio) e acidi grassi omega 3. Fa parte dei pesci cosiddetti “grassi”, perché ha un contenuto di grassi superiore a 8 %, come aringhe, sgombro, tonno e anguille.

Essendo particolarmente grasso può risultare di difficile digestione per coloro che soffrono di disturbi gastrici.

Da sapere

Pesci e cefalopodi possono essere infestati naturalmente da parassiti. Alcuni, come l’Anisakis nei pesci di mare o l’Opistorchis nei pesci d’acqua dolce, sono patogeni anche per gli esseri umani.

È importante quindi:

  • eviscerare rapidamente il pescato
  • consumare il pesce dopo averlo cucinato
  • in caso di consumo domestico di pesce o cefalopodi crudi, poco cotti o marinati, congelare  il prodotto per almeno 96 ore, pari 4 giorni, nel congelatore di casa che abbia tre stelle (***) o più.